Ultimo giorno per i benefici fiscali Bingo: senza decreto il prelievo sale al 23,80%

Appare oggi sul sito dei Monopoli di Stato, indirizzata ai dirigenti Sogei, ai concessionari ed alle associazioni di categoria, una nota con oggetto il “Prelievo erariale, compenso per il  controllore centralizzato del gioco e montepremi, di cui rispettivamente agli art. 5, 7 e 6 del D.M. 31 gennaio 2000, n. 29” per quanto riguarda il gioco del Bingo.

In particolare nella nota si evince come se entro domani, giovedì 31 marzo 2011, non dovesse essere emanato alcun decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che disponga l’ulteriore proroga fino al 31 dicembre 2011 dei benefici fiscali introdotti nel Milleproroghe (prelievo fiscale all’11 per cento, compenso per il controllore all’1 per cento, payout al 70 per cento), il prelievo erariale, il compenso per il controllore centralizzato del gioco ed il montepremi dal 1° aprile 2011 devono essere calcolati in base alle percentuali  originariamente stabilite, cioè pari  rispettivamente al 20 per cento, al 3,80 per cento ed al 58 per cento, quest’ultimo secondo le modalità, le percentuali ed i numeri soglia stabiliti dal decreto direttoriale  18 ottobre 2005, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana del 29 ottobre 2005, n. 253.

All’interno del documento si legge anche che “Gli Uffici regionali cui la presente è parimenti indirizzata dal 1° aprile 2011 potranno consegnare ai concessionari le cartelle Bingo, previo pagamento anticipato, ex art. 5 del D.M. n. 29/2000, del 23,80 per cento a titolo di prelievo erariale e di compenso al controllore centralizzato del gioco. Si rammenta, pertanto, ai concessionari del gioco del Bingo che, di conseguenza, dovranno apportare le necessarie modifiche ai sistemi di sala e ai palinsesti entro la predetta data”.

Scrivi un commento