“Sei” milionario in Umbria, la regione che gioca poco..

Grazie all’ultima vincita milionaria, il “Sei” al Superenalotto da 65 milioni di euro vinto a Gubbio questa settimana, la regione Umbria ha potuto festeggiare il suo secondo Jackpot dal concorso di Lottomatica dal giorno della sua introduzione sul mercato, ovvero il 3 dicembre del 1997.

Da quel giorno ad oggi sono stati 95 in totale (di cui solo 2 in Umbria) i “Sei” assegnati dal Superenalotto per un totale di 1 miliardo e 444 milioni di euro distribuiti in tutta Italia; la regione del centro d’altra parte non rappresenta un territorio particolarmente affezionato al gioco e su un totale di 18,5 milioni sino ad ora giocati nel Belpaese in questo 2011, è pari a circa l’1,3 per cento la fetta garantita dai giocatori umbri.

La speciale classifica delle regioni più “virtuose” del 2011 vede prima la Lombardia con 286 milioni (poco meno di un quinto delle giocate nazionali), seguita dalla Campania (196 milioni) e dal Lazio (163 milioni); in coda la Valle d’Aosta. Nonostante il primato di giocate la Lombardia non compare nelle primissime posizioni per quanto riguarda le vincite: le regioni più fortunate in questo senso sono infatti Campania e Lazio con 15 e 14 montepremi vinti, mentre Lombardia e Piemonte sono ferme a 7 jackpot ciascuna.

Ultima curiosità di giornata riguarda il numero “22” sulla ruota nazionale che, mancando da ben 169 estrazioni, ha registrato un boom di puntate eccezionale: su di esso sono stati infatti giocati nell’ultima edizione del concorso oltre 12,7 milioni di euro.

Scrivi un commento