Scommesse e raccolta arrivano in decreto a Bruxelles

E’ giunto a Bruxelles, notificato direttamente alla Commissione Europea, il decreto direttoriale del Mef e di Aams per il periodo di stand still recante <Misure per la regolamentazione della raccolta a distanza dei concorsi pronostici su base sportiva, delle scommesse a totalizzatore su eventi diversi dalle corse dei cavalli, dell’ippica nazionale, dell’ippica internazionale e dei concorsi pronostici su base ippica>.

Il decreto, costituito da 7 articoli, ha per oggetto la disciplina concernente le modalità di svolgimento ed il relativo pagamento delle vincite e dei rimborsi dei seguenti giochi:

a) concorsi pronostici sportivi;

b) scommesse a totalizzatore su eventi diversi dalle corse dei cavalli;

c) ippica nazionale e internazionale;

d) concorsi pronostici su base ippica.

Gli articoli 1 e 2 individuano le definizioni utilizzate e le finalità del decreto; gli articoli da 3 a 5 specificano i soggetti ammessi al gioco, le modalità di svolgimento dei giochi e di pagamento delle vincite e dei rimborsi.

Con l’articolo 6 è stabilito che sono adottate le modalità di gestione dei flussi finanziari e gli adempimenti contabili previsti dalle vigenti disposizioni con riferimento alla raccolta dei medesimi giochi presso i punti vendita.

L’articolo 7 dispone che il decreto abbia efficacia a partire dal giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e che, dalla data di entrata in vigore delle nuove disposizioni cessi di avere efficacia il decreto direttoriale 18 gennaio 2008.

Scrivi un commento