Rinviato a marzo il ricorso Stanley Bet

Dopo aver depositato la sentenza della Corte di Giustizia sui casi Costa-Cifone è stato rinviato al 20 marzo prossimo anche l’altro ricorso intentato da StanleyBet contro la gara per le VLT che si è tenuta nel 2011.

Anche in questo caso la compagnia ha impugnato le clausole che ritiene discriminatorie inserite nel bando di gara e nella convenzione di concessione, in particolare quelle che impongono agli aggiudicatari di rinunciare ai canali di raccolta non autorizzati.

“Abbiamo depositato la sentenza della Corte di Giustizia sui casi Costa-Cifone – ha spiegato all’agenzia giornalistica Agicos l’avvocato Terranova, legale di StanleyBet al termine dell’udienza -. La pronuncia della CGE riguardava il bando delle scommesse ma riteniamo che i principi enunciati valgano anche per le Videolottery”.

Scrivi un commento