Ricostruzione Abruzzo: dalle VLT 1,4 miliardi

Dopo la decisione del Governo di attuare, a partire dal 2009 (Decreto Abruzzo), una politica di aiuti nei confronti della regione Abruzzo colpita dal terremoto dell’aprile dello stesso anno, il settore dei giochi e dell’intrattenimento garantisce al territorio del centro Italia un contributo costante per la ricostruzione.

Vediamo quali sono i maggiori “contribuenti” a questo fondo di aiuti

VIDEOLOTTERY

Le Videolottery sono le maggiori contribuenti per la ricostruzione dell’Abruzzo, con un versamento complessivo di circa 1,4 miliardi. La fetta più consistente del contributo è arrivata dall’una tantum: per ciascuno dei 57mila apparecchi previsti le concessionarie hanno dovuto acquistare un diritto da 15mila euro, pari a un investimento complessivo di 850 milioni di euro.

Il prelievo diretto, percepito dal lancio nel luglio 2010 fino a oggi, è stato invece di circa 550 milioni di euro. Nel 2012 comunque il prelievo è destinato a cresce sia perché verranno istallate tutte le macchine previste, sia perché l’aliquota è passata dal 2 al 4% della raccolta.

Secondo le stime, quest’anno le nuove macchine porteranno nelle casse dello Stato circa 1,5 miliardi di euro.

WINforLIFE

Il WinForLife è stato lanciato nel settembre 2009, e fino a oggi ha devoluto all’Abruzzo circa 320 milioni di euro. Il gioco a febbraio ha subito un restyling, sono state lanciate tre nuove versioni (Grattacieli, Viva l’Italia e Cassaforte, che promettono maggiori chance di vincita) e le estrazioni adesso si tengono ogni cinque minuti, invece che ogni ora.

La novità ha prodotto i suoi frutti: nel primo mese infatti la raccolta ha raggiunto i 33 milioni di euro, gennaio si era fermato a meno di 20 milioni, in termini percentuali la crescita di circa il 70%. Il gettito erariale, destinato interamente alle zone colpite dal sisma, ha beneficiato dello stesso incremento

10eLOTTO

Tra i giochi che hanno contribuito alla ricostruzione dell’Abruzzo c’è anche il Lotto, nel 2010 è stato infatti lanciato il 10eLotto.

Gli effetti in questo caso si sono visti nel 2011, nel giugno 2009 infatti la nuova versione del gioco venne lanciata con regole più restrittive, per ottenere un maggiore successo di pubblico è stato necessario un restyling.

In questo modo, l’anno scorso la raccolta è cresciuta di oltre il 17% sul 2008 (da 5,8 a 6,8 miliardi) e a beneficiarne è stato anche l’Erario, visto che il gettito è passato da 1,5 a 1,7 miliardi (+13%). L’incremento di gettito, fino a oggi, è stato complessivamente di circa 200 milioni.

Scrivi un commento