Raccolta giochi: 36 miliardi di euro nel primo semestre

La prima metà del 2011 si chiude con dati confortanti per il settore dei giochi in Italia che da Gennaio a Giugno ha raccolto oltre 36 miliardi di euro, segnando un +20.5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso quando la raccolta si fermò a 30 miliardi.

La parte delle entrate destinata all’Erario è stata di 4,7 miliardi di euro; di 720 euro è stata la spesa pro capite, mentre la vincita media del giocatore italiano è stata di 520 euro.

Un po’ in sofferenza l’online che ha raccolto poco meno di 2.5 miliardi, registrando un calo del 5,9% degli incassi a differenza del primo semestre del 2010.

A dare più benzina al comparto sono gli apparecchi da intrattenimento, come new slot e videolottery che insieme equivalgono al 56,8% del mercato, grazie ad una raccolta pari a 20,5 miliardi di euro.

Seguono i Gratta e Vinci e il Lotto, quest’ultimo con un incremento di 40 punti percentuale rispetto allo stesso periodo del 2010, e i giochi a base sportiva, calati del 6.2%.

Le ultime posizioni sono occupate invce dal Poker Online, Superenalotto, Bingo e Scommesse ippiche.

Scrivi un commento