Nel primo semestre 2011 i giochi online perdono nel confronto col 2011

E’ un bilancio di perdita quello fatto registrare dalla raccolta dei giochi online (tra cui scommesse sportive e poker online) nei primi 6 mesi del 2011.

Il calo della prima metà dell’anno nel confronto coi primi 6 mesi del 2010 è stimato dall’agenzia Agicos nell’ordine dell’8,5 per cento che, tradotto in cifre, significa una perdita di circa 415 milioni di euro: 2 miliardi e 562,3 milioni era il totale del 2010 mentre 2 miliardi e 245,5 è quello del 2011.

Analizzando i dati relativi ad ogni mese, il calo maggiore (nell’ordine del 18 per cento)  è registrato nel mese di giugno, 30 giorni in cui sono stati totalizzati 303,8 milioni contro i 371 dell’anno passato.

La flessione maggiore, com’era naturale che fosse, è stata segnata dalle scommesse sportive che l’anno scorso, per merito del Campionato del Mondo di calcio, avevano subito una impennata importante; nel 2010 le scommesse avevano infatti incassato oltre 100 milioni di euro mentre nel 2011 si sono fermate a 51, ma nonostante ciò si sono confermate come trainanti nell’economia del mercato online.

Infatti, assieme agli skill games, le scommesse hanno assicurato ben il 91,2 per cento della raccolta, percentuale che, calcolando anche il Bingo, sale al 96,4 per cento.

Ed è proprio il Bingo l’unico gioco a registrare un saldo positivo nel confronto col 2010. La raccolta nei sei mesi è cresciuta addirittura del 91,7 per cento passando da 66,4 a 108,3 milioni di euro. A giugno la crescita è stata dell’ordine del 55 per cento; la raccolta ha invece sfiorato i 15,7 milioni, a giugno 2010 era a 10,1 milioni.

Scrivi un commento