Primo semestre in calo per il Casinò di Venezia

Il Casinò di Venezia ha concluso il primo semestre di attività con un incasso pari a 55 milioni di euro registrando una flessione pari al 7,6% rispetto al consuntivo del primo semestre dell’anno precedente.

La sede di Venezia, Ca’ Vendramin Calergi, ha registrato nel semestre gennaio-giugno di quest’anno incassi per 9.781.609 euro realizzando una crescita del 6,9% nel confronto con lo stesso periodo dell’anno 2012.
Nello specifico il trend di crescita di Ca’ Vendramin Calergi è dovuto al buon andamento del settore tavoli: registrano i risultati più significativi in valore assoluto il Punto Banco e la Roulette Francese. Anche lo Chemin de Fer, pur con una crescita contenuta, si mantiene con un trend positivo che è un risultato di rilievo, soprattutto se si considera il consolidamento della leadership del Casinò di Venezia in tale segmento di mercato nel contesto nazionale.
Il Casinò di Venezia detiene infatti il 51,29% della quota di mercato Italia di tale gioco.

Per quanto riguarda i giochi da tavolo, in una considerazione complessiva delle due sedi, il Casinò di Venezia è leader nel segmento delle roulette, di cui detiene una quota del 41,71% e del Black Jack di cui detiene una quota del 44,85%.

La sede di Ca’ Noghera invece ha realizzato un incasso di 45.891.227 euro con una flessione del 10,26% sull’anno precedente. Il settore in maggiore sofferenza è quello dei giochi elettronici con una flessione del 12% laddove il segmento tavoli contiene il decremento al 7%.

Buono l’andamento degli ingressi del complessivo delle due sedi nel semestre che con 402.524 presenze registrano una lieve crescita dello 0,26% sul pari periodo dell’anno precedente.

casino-di-venezia

Scrivi un commento