Newslot: il 9 maggio prima udienza del Tar sulla quarta penale

Si discuteranno mercoledì prossimo, il 9 maggio, di fronte al TAR Lazio i primi ricorsi delle concessionarie delle newslot contro la quarta voce delle penali.

Con questa penale, inviata a febbraio, alle compagnie è stato ingiunto di pagare complessivamente 70 milioni di euro. Nell’udienza del 9 saranno ascoltate BPlus, Cirsa, Sisal, Cogetech e Gmatica, i ricorsi delle altre concessionarie verranno affrontati nelle prossime settimane. Come anticipato da Agicos, i primi ricorsi sono stati notificati a inizio aprile, al momento non è stato emesso un decreto monocratico per richiedere la sospensione della penale, ma la questione verrà affrontata mercoledì di fronte al Collegio.

La vicenda riguarda i ritardi verificatesi nell’avvio della rete delle newslot nel 2004, in particolare la quarta penale concerne il funzionamento del gateway, ovvero il sistema di controllo che consente a Sogei, partner tecnologico dei Monopoli, di monitorare in tempo reale il funzionamento delle singole slot.

Le prime tre voci delle penali erano già state conteggiate alcuni anni fa, le compagnie anche in quell’occasione hanno presentato ricorso, ottenendo ragione fronte al Consiglio di Stato secondo cui la rete delle newslot era un progetto senza precedenti in Europa e che pertanto sarebbe necessariamente andata incontro a ritardi e imprevisti. Tutte e quattro le voci delle penali sono state conteggiate sulla base dei criteri contenuti negli atti integrativi firmati nella primavera 2008 e nell’ottobre 2010.

Scrivi un commento