Mercato giochi: per il 2012 possibile una nuova impennata

Il comparto dei giochi con i suoi interpreti, operatori e concessionari, si è dato appuntamento a Firenze in occasione del seminario intitolato “Per un gioco legale e responsabile: aspetti sociali e ruolo della polizia”.

Nel corso dell’incontro organizzato dalla Sipl, Scuola interregionale di polizia locale (Emilia Romagna, Liguria, Toscana), in collaborazione con il Forum italiano per la sicurezza urbana e Avviso Pubblico (Enti locali e Regioni per la formazione civile e contro le mafie), è emerso come nel 2012 il mercato dei giochi sembri voler registrare una nuova impennata che gli potrebbe far raggiungere addirittura i 130 miliardi di euro.

La stima presentata parla chiaro: se i numeri venissero confermati si tratterebbe di una delle crescite maggiori registrate dal mercato dei giochi (nel 2011 infatti la raccolta ha raggiunto i 79,9 miliardi di euro) nonostante in la crisi economica abbia determinato una generale contrazione dei consumi e una depauperazione dei risparmi.

 

Scrivi un commento