“Manovra Bis”: previsto abbassamento del Preu per le Newslot

L’intervento del Direttore Generale di AAMS, Raffaele Ferrara, presso la Commissione Finanze della Camera dei Deputati di Roma, ha posto sul banco delle discussioni un altro punto chiave del vasto universo del comparto dei giochi.

Oltre ad aver trattato il nodo relativo alle Videolottery, Ferrara, commentando le azioni che AAMS si vedrà costretta ad intraprende nel caso in cui passasse la cosiddetta “Manovra Bis”, ha esaminato la situazione delle Newslot che, secondo il direttore “stanno subendo i primi segnali di leggera controtendenza rispetto alle VLT”.

“Per questo – ha proseguito Ferrara – abbiamo cercato di distribuire il carico in modo equilibrato senza penalizzare la filiera”. Il pay out (la quota di giocate che viene restituita come vincite), verrà ridotto e passerà dal 75% al 74%; a partire dal gennaio del 2012, e per tutto il 2012, il Preu sarà previsto all’11,8% (oggi è del 12,1 %) per consentire di sostenere il peso degli investimenti. Poi dal 2013 il Preu verrà portato al 12,7% e dal primo gennaio 2015 il prelievo sarà del 13%.

“Queste misure – ha spiegato Ferrara – consentiranno di assicurare i due terzi di quanto previsto dalla norma”, ovvero un miliardo di euro l’anno (la manovra prevede infatti entrate per 1,5 miliardi annui a partire dal 2012).

Scrivi un commento