Incontro concessionari VLT-Monopoli: temi caldi Preu e tasse

videolottery

Gli effetti negativi che il nuovo Preu sta arrecando al comparto delle Videolottery in Italia è al centro dell’incontro di oggi che vede protagonisti i due attori principali del tavolo di concertazione: Monopoli di Stato e concessionari del settore Vlt.

A destare particolare preoccupazione sono i dati relativi al rapporto tra l’apertura di nuove attività sul territorio nazionale negli ultimi mesi e la chiusura degli esercizi commerciali nello stesso periodo. Il saldo, come denunciato dai rappresentanti dei diretti interessati, è tutto a favore delle chiusure. Di qui la richiesta di incontro urgente. Le prospettive di mercato, quindi, al centro dell’attenzione dell’analisi del 2012, ma soprattutto di questo 2013 apertosi con nuvole minacciose all’orizzonte.

Accusato principe è il provvedimento, contenuto all’interno della manovra governativa “spending review”, che ha stabilito l’innalzamento del Preu. Secondo i concessionari, l’incidenza della tassazione effettiva (non si dimentichi anche l’aumento del payout sulle macchine) supererebbe il 50 per cento della raccolta totale delle Videolotterie; evidentemente troppo perchè il comparto non ne accusi un pesante contraccolpo, tradottosi in chiusura di sale da gioco.

La richiesta degli operatori verte proprio sull’incidenza del payout: un adeguamento del tasso di vincita, come accaduto per le New Slot, potrebbe ovviare al problema prima che diventi incontrollabile.

Le proposte vertono quindi in questo senso: un adeguamento del payout sui terminali di gioco delle piattaforme omologate da Sogei mentre è tutto da valutare un altro possibile problema all’orizzonte di cui abbiamo già parlato, vale a dire della richiesta dell’Anci di aumentare la tassazione sulle macchine per finanziare i comuni in difficoltà economica.

videolottery

Scrivi un commento