Il Tar sospende la penale comminata a BPlus

La penale da circa 250mila euro comminata a BPlus per i presunti disservizi nella rete della videolottery, in particolare per il mancato rispetto dei limiti di servizio nel periodo aprile-dicembre 2011, è stata sospesa in via cautelare.

La Seconda Sezione del Tar Lazio ha infatti accolto il ricorso dell’azienda fissando la trattazione del merito del ricorso nell’udienza pubblica del prossimo 23 ottobre. La decisione del Tar deriva dalla necessità di disporre, anche ai fini della decisione di merito, “incombenti istruttori a carico della società Sogei, tesi ad ottenere chiarimenti in ordine alla completezza dei dati forniti alla ricorrente in sede di accesso agli atti”.

La compagnia eccepisce infatti che parte delle mancate risposte non siano imputabili al proprio sistema, e che pertanto i Monopoli abbiano eseguito un conteggio meramente materiale per verificare i livelli di servizio. Di conseguenza, la compagnia con il ricorso chiede l’annullamento della sanzione, o in via secondaria un riconteggio dell’importo.

sentenza-bplus

Scrivi un commento