Il successo di Enada Primavera 2012

Con 27.525 visitatori (-3,3% sul 2011), dei quali 3267 stranieri, si è chiusa la 24a edizione di ENADA PRIMAVERA, la più importante manifestazione fieristica del Sud Europa dedicata al mondo dei giochi. La scelta di spostare la manifestazione nelle quattro giornate feriali e centrali della settimana con l’intento di profilare al meglio i visitatori professionali ha raggiunto l’obiettivo, con esiti positivi per le relazioni di business in fiera.

A Enada Primavera hanno partecipato 400 aziende, disposte su 40mila mq del quartiere riminese, che hanno proposto tecnologie, prodotti e servizi per la filiera del gioco. Organizzata come da tradizione da Rimini Fiera per conto di SAPAR, Enada ha registrato sia l’incremento ulteriore della raccolta dei giochi, arrivata nel 2011 a quasi 80 miliardi di euro (+31% sul 2011), sia una parentesi di rallentamento della crescita del processo di innovazione tecnologica.

A Enada Primavera in primo piano è stato il mondo dell’automatico da divertimento: dalle newslot alle VLT, una completa gamma di proposte riguardanti il gioco on line (scommesse, internet stations, casinò, lotterie, poker texas hold’em, ecc.) e l’offerta di gioco dei concessionari di rete. E poi videogames, ma anche flippers, biliardi, calciobalilla e tutte le attrezzature del divertimento, comprese le tecnologie, gli arredamenti e i servizi per sale giochi e bingo.

E’ stato positivo – ha commentato Lorenzo Cagnoni, Presidente di Rimini Fiera – constatare lo sforzo delle imprese di reagire in un momento difficile. La filiera del gioco è ben viva, trova in fiera il palcoscenico sul quale vestire l’abito migliore e il nostro paese vanta realtà di assoluto rilievo internazionale”.

Ogni fiera è specchio del mercato a cui si riferisce – ha ricordato Simone Castelli, direttore business unit di Rimini Fiera – Per quanto riguarda ENADA PRIMAVERA, un osservatore attento vi può aver trovato il segnale di una fase difficile per le imprese della tecnologia e dei servizi, che evidentemente viaggia a velocità diverse da quella della raccolta presso i punti gioco; ma dentro alla fiera ci sono state anche tante occasioni per verificare che la straordinaria creatività del settore e, di là dei numeri, la kermesse si conferma l’unica vera piazza d’affari per gli operatori della filiera del gioco”.

 

Quest’anno – ha dichiarato il presidente di SAPAR Raffaele Curcio – abbiamo festeggiato il nostro 50° al meglio, in un ambiente famigliare come la Fiera di Rimini dove tutto funziona sempre alla perfezione. Durante ENADA PRIMAVERA abbiamo anche ribadito con forza il nostro impegno per un gioco legale, controllato e sicuro. Siamo molto impegnati con la campagna di prevenzione e cercheremo di costruire una rete di relazioni utile a renderla sempre più efficace e diretta, a tutela dei minori e di tutti i giocatori”.

Scrivi un commento