Il settore giochi e intrattenimento occupa 2.758 imprese

All’interno del rapporto sulla fiscalità delle newslot presentato quest’oggi a Roma da Unioncamere emerge, tra gli altri, il dato relativo al numero di imprese attive nel settore dei giochi e dell’intrattenimento e del peso che il comparto ricopre nel più ampio quadro dell’economia italiana.

Anzitutto Unioncamere stabilisce che al 2009 le imprese del settore sono si attestate a 2.758 unità, distribuite lungo lo stivale italiano nel seguente modo: 1.342 unità, pari al 48,7 per cento del totale al Sud, 608, 22 per cento del totale al Centro, 17,9 per cento nel Nord-Ovest e l’11,4 per cento nel Nord-Est.

Se confrontiamo i dati relativi alle Regioni notiamo come in testa alla speciale graduatoria vi siano Campania, Lazio, Lombardia, Puglia e Sicilia. Per quanto riguarda le province la capolista è Napoli con 350 unità d’impresa, seguita da Roma, Bari, Milano e Palermo.

A crescere è anche il trend relativo al primo trimestre del 2010 del numero delle imprese dedicate alla gestione di apparecchi da intrattenimento, lotterie, scommesse e concorsi.

Scrivi un commento