Il Milleproroghe torna in aula: nessuna novità per i Giochi

Restituito alla Camera dal Capo dello Stato perché <incostituzionale in alcune sue parti>, il decreto Milleproroghe-bis torna in aula nella versione maxiemendamento e sarà votato domani a Montecitorio prima delle 12.00, come stabilito dalla conferenza dei Capigruppo e nel pomeriggio si saprà l’esito della votazione necessaria per la conversione in legge.

Il tempo per il riesame, decisamente ristretto, non ha però impedito di presentare alcuni emendamenti, riguardanti anche la categoria dei Giochi. Udc e Pd al Senato hanno infatti proposto l’innalzamento del PREU (prelievo erariale unico) per quanto riguarda le Newslot dello 0,5 per cento al fine di garantire allo Stato una maggiore copertura finanziaria.

Ma proprio per la seconda votazione ormai imminente la proposta rimarrà quasi certamente tale e non farà parte del testo finale. Un’altra certezza riguardo i Giochi rimane – come già annunciato dal ministro dell’economia Tremonti – la proroga della fase sperimentale di prelievo per il settore del Bingo che, per ora, si salva.

Scrivi un commento