Novità VLT: dal 2012, 6% di prelievo sulle vincite eccedenti i 500 euro

Sono state confermate dai Monopoli di Stato, tramite la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo, le modifiche riguardanti le tassazioni sulle varie tipologie di giochi anticipate nella Manovra economica di Agosto.

All’interno del testo emergono alcune importante novità: la medesima percentuale di prelievo oggi applicata sul gioco del Lotto e del 10&Lotto (il 6% delle vincite a prescindere dall’ammontare della somma) verrà istituita, a partire dal 2012, anche per le VLT, per i Gratta e Vinci e per il Superenalotto (e giochi accessori, comprensivi della modalità online, come il win for life, e il “Si vince tutto”), ma solo per le vincite eccedenti i 500 euro. In questo modo, nel caso per esempio di vincita pari a 800 euro, il prelievo sarà applicato sui 300 euro che eccedono la soglia stabilita di 500.

Il nuovo regolamento sul prelievo non riguarderà invece le categorie Bingo, Lotterie, Scommesse Ippiche e Sportive e tutti i giochi a distanza eccetto quelli già elencati.

E se mentre a partire dal gennaio 2012 (in anticipo sui tempi in origine previsti) sui terminali Videolottery verrà applicata l’aliquota del PREU al 4% (prelievo erariale unico, che dal 2013 salirà al 4,5%), sorte opposta incontreranno le macchine Newslot per le quali è previsto un abbassamento dell’aliquota da una media attuale del 12,1/12,2%, all’ 11,8% dell’anno prossimo. Al termine di questo periodo di “respiro” per gli operatori del settore il PREU passerà al 12,7% ed in contemporanea il payout verrà portato dal 75 al 74 per cento.

Novità sono previste anche per il gioco del Lotto, per le Lotterie, per il Superenalotto e per il Vinci per la Vita per i quali vengono rivisti l’orario della raccolta, l’importo delle giocate, l’incremento del payout e l’introduzione di nuovi concorsi istituiti in occasione di particolari eventi o in concomitanza delle festività. Entro la primavera del 2012 verrà inoltre avviata la gara sulle Lotterie a consumo effettuate con il resto della spesa all’interno dei supermercati.

Scrivi un commento