L’Erario ringrazia i Giochi: entrate per 2,35 miliardi in tre mesi

Con 2,35 miliardi, il 5 per cento in più dello stesso periodo del 2010, lo Stato italiano nel primo trimestre di quest’anno ha incassato una cifra record grazie al Settore Giochi. Nel periodo gennaio/marzo del 2010 erano stati infatti 2,24 i miliardi finiti direttamente nelle casse statali mentre oggi i dati relativi al 2011 segnano un consistente aumento.

Di questi introiti la fetta più importante deriva, come secondo previsioni, dalle NewSlot che, secondo AAMS, hanno garantito 926 milioni di euro a cui vanno aggiunti i circa 44 portati dalle Videolotterie.

In scia ai terminali Slot a rimpinguare le entrate per l’Erario sono in ordine decrescente: le Lotterie con 481 milioni e il Lotto con 455; il Superenalotto ha versato nelle casse statali 270 milioni di euro mentre sono 21,5 quelli garantiti dal concorso Win for Life, destinati in buona parte alla ricostruzione delle zone terremotate dell’Abruzzo.

Cospicue somme di denaro sono giunte anche dai giochi Bingo e da quelli a base sportiva che hanno portato circa 60 milioni ciascuno; a chiudere la speciale classifica sono i giochi di Poker e gli Skill Games, con poco meno di 25 milioni a beneficio dell’Erario e i Giochi a base Ippica con 20 milioni di euro.

Scrivi un commento