Confcommercio: consumi aiutati dai giochi

Il mercato dei giochi è in controtendenza.

L’indicatore dei consumi di Confcommercio ha infatti reso noto per il mese di gennaio un calo dell’1% su base annua e dello 0,5% rispetto a dicembre. Fanno eccezione, alla generalizzata tendenza alla riduzione, i consumi per i beni e i servizi per le comunicazioni (+9,2%) e le spese per i beni e i servizi ricreativi.

L’evoluzione della domanda di questo segmento, informa Confcommercio, continua ad essere positivamente condizionata dalla sensibile crescita dei consumi per giochi, lotterie e scommesse, settore per il quale il confronto è in parte influenzato dall’ampliamento dell’offerta realizzata nei mesi estivi del 2011, con l’introduzione di nuove modalità di gioco (poker cash e casinò online).

Scrivi un commento