Confcommercio: calano i consumi, salgono i giochi

Si consuma meno, ma si gioca di più.

È quanto emerge dai dati di Confcommercio relativi allo scorso mese di Marzo, durante il quale è stato registrato un calo del 2,5% dei consumi e in controtendenza un aumento della domanda per beni e servizi ricreativi, sospinta dai giochi.
In particolare, le famiglie hanno speso il 4% in meno per l’acquisto di beni di consumo, mentre hanno investito l’1,9% in più nel settore giochi.

I numeri che si riferiscono ai beni e ai servizi ricreativi ha segnato inoltre un incremento dell’1,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, che indica una propensione crescente delle famiglie italiane al gioco; lotterie, scommesse in primis.

Scrivi un commento