Comparto giochi: nel 2010 lo Stato incassa l’1,8 per cento in meno

Il Ministero dell’Economia, all’interno del suo consueto bollettino annuale, ha svelato le cifre delle entrate erariali relative ai giochi.

Per l’intero comparto giochi, si legge sul bollettino, le entrate dello Stato (incluse diverse imposte classificate sia come dirette che come indirette) hanno toccato quota 12 miliardi e 622 milioni di euro, segnando un calo dell’1,8 per cento rispetto al 2009.

<Tra le entrate relative ai giochi – scrive il Ministero – si rilevano proventi del lotto per 5.232 milioni di euro (–432 milioni di euro, pari al –7,6 per cento), quelli delle lotterie istantanee per 1.537 milioni di euro (–116 milioni di euro, pari al –7,0 per cento) e quelli degli apparecchi e congegni di gioco per 3.577 milioni di euro (+632 milioni di euro, pari al +21,5 per cento)>.

Le sole imposte indirette dei giochi sono state quantificate in 11.979 milioni di euro, con un calo dell’1,9 per cento.

Scrivi un commento