Casinò streaming live: meglio “da studio” o “da sala”?

[adsenseyu1]

Con la crescita e la differenziazione del vasto mercato del gioco online, le esigenze dei giocatori italiani continuano a cambiare. Per quanto riguarda i giochi di Casinò gli operatori del settore stanno studiando e implementando una nuova esperienza di gioco, quella della Sala da gioco virtuale.

Come diversi altri Stati in cui la tipologia di gioco è già stata normata e resa legale, anche l’Italia si prepara a farsi trovare pronta una volta che la legislazione permetterà l’esperienza del Casinò live da casa. Ma come funzionerà e chi sta lavorando a questo tipo di progetto?

La risposta è contenuta nell’intervento di Angelo Gobbi della Medialive Casinò, una delle due società fornitrici autorizzate a produrre e distribuire giochi live di casinò (l’altra è la Evolution). “Il settore è in forte crescita e per rispondere alle esigenze dei giocatori abbiamo sviluppato una forma di gioco già attiva in altri Paesi. In sostanza, il nostro intento è quello di poter fornire ai giocatori una esperienza “live” e in “streaming” per quanto riguarda gli skill games che possa proiettare l’utente all’interno di una sala da gioco virtuale, ma estremamente coinvolgente”.

Il dibattito si è poi concentrato sullo stabilire quale tipologia di offerta sia migliore per gli users dello stivale: il casinò streaming da studio o direttamente dalla Casa da gioco? “Seconda la nostra esperienza – ha concluso Gobbi – la formula migliore è quella dello “studio” poiché garantisce una corretta illuminazione, tempi di gioco dimezzati e una migliore interazione con il croupier. Non di secondo piano è il fatto che a seconda delle esigenze di ogni concessionario è possibile personalizzare il format del casinò da studio”.

Quest’ultima figura, fondamentale per esempio nella Roulette, sarà una persona in carne ed ossa che apparirà nello schermo del computer e con la quale l’utente potrà interagire tramite l’apposita chat. Del croupier il giocatore potrà osservare ogni mossa e, come già capitato all’estero stringere un saldo rapporto di fiducia.

E’ interessante anche notare come grazie al croupier dal vivo (e non più la semplice skill da pc) sparisce l’algoritmo di gioco che genera la vincita, e la giocata con la pallina si vede “fisicamente”. E i risultati, laddove la modalità è già disponibile, sono arrivati. I clienti che accedono ad un sito che permette di giocare “live e streaming” rimangono sul sito anche per 6 mesi (contro i circa 2 canonici).

In attesa che vengano normati i casinò live, gli operatori iniziano a stimare i primi prospetti: in Italia esistono solo 4 case da gioco “fisiche” e tutte al nord; il bacino di utenza tra centro e sud potrebbe portare davvero ad ottimi guadagni.

[adsenseyu3]

Scrivi un commento