Black list: sono 3.879 i siti oscurati da AAMS

Rispetto all’ultimo aggiornamento datato primo marzo 2012, il più recente rilevamento dei siti internet oscurati da AAMS ha subìto una minima flessione. Consta infatti di un portale oscurato in meno dai Monopoli di Stato l’elenco emesso dopo la fine della prima settimana di marzo.

Il computo totale della cosiddetta black list oggi tocca quota 3.879 siti web inibiti. Le procedure di controllo e regolamentazione da parte di AAMS del complesso mondo dell’online, ricordiamo, ebbe inizio con le disposizioni contenute all’interno dell’articolo 1 della legge Finanziaria del 2006, promossa per contrastare le truffe online connesse al gioco d’azzardo.

Lo scopo primario di AAMS rimane quello di inibire ogni forma di illegalità legate ai giochi con vincite in denaro. Il giro di vite decisivo sulla stretta dei controlli è stato reso necessario in maniera ancora più decisa a partire dall’introduzione sul mercato del .it del poker cash game e degli skill games, che presuppongono, appunto, l’utilizzo di “soldi veri” in via telematica.

 

Scrivi un commento