Avviati rinnovi e acquisizioni delle concessioni di AWP e VLT

awp-vlt

Sono in totale 12 i concessionari (9 già titolari e 3 nuovi soggetti) che sul mercato italiano possono accedere al rinnovo o all’acquisizione per la prima volta delle concessioni per la gestione della rete telematica degli apparecchi da divertimento e intrattenimento (AWP e VLT) previsti dall’articolo 110, comma 6, del T.U.L.P.S. con validità 9 anni, con ovvia cessazione delle concessioni in essere.

Come stabilito dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli la data di avvio di tale processo di rinnovamento è stata stabilita nel 20 marzo scorso. Dalla gara è stata esclusa la Bplus Giocolegale Ltd, per la quale la concessione è scaduta proprio il 20 marzo, sempre in attesa della sentenza definitiva sull’istanza cautelare del provvedimento di esclusione impugnata dalla società.

Elenco dei 12 soggetti aggiudicatari della nuova concessione che avrà la durata di 9 anni:

1. CIRSA ITALIA S.p.A.

2. CODERE NETWORK S.p.A.

3. COGETECH S.p.A.

4. G.MATICA S.r.l.

5. GAMENET S.p.A.

6. HBG CONNEX S.p.A.

7. INTRALOT GAMING MACHINES S.p.A. (ex RTI JACKPOT SPA/INTRALOT SA)

8. LOTTOMATICA VIDEOLOT RETE S.p.A.

9. NETWIN ITALIA S.p.A. (ex RTI R.B.HOLDING S.r.l.)

10. NTS NETWORK S.p.A. (ex RTI MERKUR INTERACTIVE ITALIA S.p.A. )

11. SISAL ENTERTAINMENT S.p.A.

12. SNAI S.p.A.

In merito alla questione la stessa Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha disposto che la Società prosegua transitoriamente l’esercizio delle attività e funzioni oggetto della concessione in scadenza anche dopo il 20 marzo 2013, per un periodo che, considerata la natura del provvedimento che ha determinato l’esclusione dalla gara, non potrà comunque eccedere i sei mesi.

Altresì i Monopoli hanno assicurato che “L’esercizio delle predette attività e funzioni, nel periodo transitorio, avverrà con modalità
idonee a garantire la regolare gestione del servizio e il tempestivo versamento delle imposte e altri pagamenti dovuti dalla Società in parola e da tutti i soggetti alla stessa vincolati contrattualmente, sotto lo stretto controllo dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli”.

awp-vlt

Scrivi un commento