As.Tro e Fipe-Confcommercio contro il regolamento di Genova

as.tro

La bozza del regolamento presentata dal comune di Genova e che infliggerebbe un duro colpo al sistema del gioco legale nel capoluogo ligure, ha suscitato più di una reazione dai vertici del comparto implicato.

A far sentire la propria voce a seguito delle intenzioni decisamente restrittive dell’amministrazione comunale genovese sono oggi il presidente di AsTro e vicepresidente di Confindustria Sistema Gioco Italia Massimiliano Pucci e Marcello Fiore della Fipe-Confcommercio.

“I regolamenti che la città di Genova si appresta a varare sul gioco porteranno alla riemersione del gioco illegale e clandestino, privando i giocatori della tutela e delle garanzie che solo il gioco legale può offrire” – è stato il commento senza giri di parole di Pucci che poi ha aggiunto come gli esempi di norme assai restrittive in altri paesi testimonino un sostanziale fallimento del progetto iniziale a tutto vantaggio dell’illecito. Il proibizionismo, insomma, non sarebbe la strada ideale.

La richiesta univoca è quindi quella di un urgente tavolo di confronto tra le parti che possa mettere di fronte esigenze degli operatori del settore e istituzioni per trovare una strada il più possibile condivisa.

as.tro

Scrivi un commento