A Sisal il premio “Le nuove guglie” 2011

Una vita al servizio degli italiani, 65 anni di divertimento, di gioco, e di passione per lo sport e le scommesse. Tutto questo è Sisal, la storica azienda italiana (settimo player nel settore dei giochi a livello mondiale) che da decenni accompagna le vite degli scommettitori di casa nostra, ma anche dei semplici appassionati che nel week end scelgono di “puntare” sulla loro squadra preferita.

A testimoniare l’incredibile successo che l’azienda ha raggiunto nell’arco della sua storia è la celbrità di alcuni dei suoi più famosi concorsi. Dalla schedina Sisal al Totocalcio, dal Totip ai più recenti Win for Life e Sivincetutto ognuno di noi può affermare di aver “giocato” ad uno degli ormai mitici concorsi del Gruppo, mentre sono molti coloro i quali possono affermare di essersi imbattuto in una scommessa, in una Vlt, in una Slot o nel poker in una sala Wincity e Matchpoint.

Questa doverosa introduzione serve a giustificare, richiamando alla memoria i maggiori successi di casa Sisal, la vera notizia del giorno. Nella prestigiosa cornice del Teatro alla Scala infatti, Emilio Petrone, Amministratore Delegato del Gruppo Sisal, ha ricevuto ieri il premio “Le Nuove Guglie” della Grande Milano, attribuito a Sisal quale marchio protagonista da 65 anni della Storia d’Italia e simbolo dell’intrattenimento di intere generazioni.

A decidere per il conferimento del prestigioso premio è stato il Centro studi di Milano che ha giustificato la sua scelta anche per l’impegno dimostrato da Sisal nel campo della Responsabilità Sociale sviluppato dalla società negli ultimi anni in ottica di prevenzione di pericolose ludopatie, ma anche a sostegno di iniziative solidali come progetti artistici e formativi.

“Sono molto orgoglioso che Sisal abbia ottenuto un premio così importante – ha affermato petrone in coda alla serata – perché rappresenta il riconoscimento al percorso di crescita dell’azienda e del suo brand, quale espressione del “Made in Italy” dal 1946. In quattro anni abbiamo inoltre creato oltre 500 nuovi posti di lavoro e contribuito al Sistema Paese con 5,6 miliardi di euro di entrate erariali solo nel triennio 2008-2010”.

Scrivi un commento